I “grazie” hanno data di scadenza?

Ci sono persone che ti stanno accanto in periodi limitati dell’esistenza e poi scompaiono. Persone che ti stanno davvero accanto, in periodi davvero limitati, e poi scompaiono davvero.

Ieri notte ho riflettuto a lungo sul fatto che, dal momento che sono poi scomparse, non ho mai avuto modo di dire a queste persone “grazie per quello che hai fatto per me”, “grazie per avermi aiutato”, “grazie, punto”.

Quindi lo farò adesso – e nel futuro cercherò di essere più accorta.

Ringrazio pataniuz, perché quando il mio ex fidanzato – che allora era Il-Mio-Fidanzato – ha preso atto del fatto che la sua vita lavorativa richiedeva che l’Italia non fosse più la nazione migliore per andare avanti, mi ha costretto, nell’ordine, a:

– smettere di struggermi guardando e riguardando la prima e la seconda serie di The O.C. in loop, con la scusa che era in lingua originale;

– uscire con persone (da noi) soprannominate “il cartomante”, “sciampi” (da sciampista, e me ne scuso per il riferimento alla professione), “il tenente”, “il ferroviere”, divertirmi come una matta e ballare fino ad avere un vitino che neanche Rossella O’Hara dei tempi migliori.

E ringrazio tutti loro per aver continuato a cercarmi anche quando pataniuz era ormai scomparso anche dalle loro vite, complice quella – strega – della – sua – nuova – fidanzata (maledizione a me che ho fatto di tutto perché continuasse a corteggiarla!).

Ringrazio il parrucchiere francese conosciuto sulla spiaggia di Juan Les Pins nei primi anni ’90, per avermi fatto capire che non puoi sostituire qualcuno con qualcun altro senza aver poi dopo una voglia pazza di farti almeno tre docce consecutive.

Ringrazio aladino e quei tre che erano con me sulla DART un’infinità di anni or sono, per avermi ricordato che non conta niente come ti poni tu – né, tantomeno, quanto alti sono i muri con cui cerchi di circoscriverti – gli altri ti vedono come ti vogliono vedere.

Ringrazio ross per avermi fatto giocare a tennis portandomi allo sfinimento nell’attesa di telefonate che non arrivavano mai.

Ringrazio anche maria butta la chiave, sebbene ancora oggi non capisca perché avrei dovuto ridere alla battuta, dal momento che mi ha fatto riscoprire intraprendente e, lasciandomi dieci giorni prima della partenza per le vacanze, mi ha fatto riscoprire ancora più intraprendente e mi ha permesso di trascorrere una delle vacanze più belle della mia vita.

In cui ho conosciuto Philipp, il mio vicino di stanza fumettista – musicista zurighese che ringrazio per essere stato così adorabile, per avermi scritto e addirittura telefonato, disgregando lo stereotipo dello svizzero introverso e poco interessante e facendomi riacquistare fiducia nel genere umano (dopo maria butta la chiave non era impresa da poco).

Ringrazio gli amici gay, con la speranza che in realtà non siano proprio scomparsi ma semplicemente troppo impegnati con le loro ultime conquiste, per avermi raccolto quando ero in pezzi, avermi portata in montagna e soprattutto avermi ingozzato di alcol e cioccolato belga.

Omissis…

Annunci

3 Responses to “I “grazie” hanno data di scadenza?”


  1. 1 ilredeire 2 luglio 2007 alle 2:46 am

    Non vi è data di scadenza per i grazie, se le persone a cui lo dici ti abbracciano hanno un grande significato, in caso avverso sarai comunque a posto con la coscienza.
    Grazie per aver creato il tuo blog 😉

  2. 2 Brain 2 luglio 2007 alle 9:16 am

    gli altri ti vedono come ti vogliono vedere
    Questo lo eleverei ad assioma…

  3. 3 odiamore 2 luglio 2007 alle 5:29 pm

    Per ilredeire. Grazie a te che lo leggi 😉

    Per Brain. Eh, sì. Non so se esista un emoticon che esprima un sospiro prolungato e sofferto, comunque il senso che voglio dare all'”Eh, sì” è proprio quello. Sai che c’è? E’ come la storia dei cartelli sulla fronte di cui scrivevo qualche tempo fa: i primi ad accorgersi di quello che c’è scritto sono gli altri; tu ti limiti a prenderne atto – non perché necessariamente tu sia impotente rispetto al tuo modo di essere, ma perché (molto) spesso l’apparenza non soltanto non inganna, ma è tragic(omic)amente sincera.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Feed RSS

Non conto un cazzo

Cosa ho scritto fino a ieri

Quanti sono passati di qui

  • 80,744 hits

Creative Commons License
Se avessi voluto tenermi tutto per me avrei continuato a scrivere un diario segreto chiudendolo con un lucchetto. Quanto scritto nel blog, tuttavia, è protetto da una Licenza Creative Commons.

click analytics

Costellazioni

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

luglio: 2007
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: