Lasciatemi! Purché sia in modo divertente da raccontare…

Api è di nuovo in crisi. Lo so, non è molto interessante – e, soprattutto, mi viene il dubbio che lui sia in crisi da quando è nato indipendentemente dalla fidanzata o non fidanzata di turno.

La sua condizione, ad ogni modo, mi fa pensare che sarebbe molto interessante stilare una classifica dei modi più strani/buffi/inquietanti/eccetera in cui le storie finiscono.

Non so con esattezza se siano le fini più brutte che ho sperimentato, però sicuramente entrambe han fatto ridere molti miei amici – ovviamente a distanza di tempo dall’avvenimento, non ho amici così privi di cuore… anche se devo dire che davvero, in questi casi, il riso è la migliore medicina 😀

Un ragazzo con cui stavo da anni ha pensato bene di lasciarmi mentre eravamo in auto, nel bel mezzo di un ingorgo. Naturalmente, dal momento che avevo la gamba fasciata e portavo le stampelle, non sono potuta uscire dalla macchina lì per lì e ho dovuto lasciare che mi accompagnasse fin sotto casa – a quel punto sì, ovviamente sono uscita sbattendo la portiera, ma cavoli: neanche la soddisfazione di poter fare una bella scenata isterica prendendogli l’auto a stampellate, perché c’erano i miei genitori che dormivano al primo piano con la finestra aperta!

Un altro mi ha lasciato letteralmente mentre gli stavo dando il suo regalo di compleanno. Ha preso il pacchetto in mano, l’ha rigirato senza aprirlo, ha sospirato e, mentre lo scartava, ha iniziato “il discorso”. Quindi non so esattamente se sia stata la scelta del regalo a fargli compiere il grande passo – anche se il fatto che, alla fine del discorso, volesse che il regalo lo tenessi io dovrebbe farmi propendere per un sì… A distanza di più di dieci anni, comunque, posso urlarlo al mondo: mi sono pentita di non essermelo tenuto io, quello stupendo carrillon a forma di coccodrillo!

Torniamo ad Api lasciato in chat, il che non è molto divertente – anche se, come forse ho già avuto modo di scrivere, le nuove tecnologie rendono anche questi aspetti della vita molto più rapidi e, al tempo stesso, li impoveriscono. Pare, ad esempio, che sia abitudine degli adolescenti lasciarsi via sms – via sms? ma scherziamo?? pare di no. Così viene meno il ruolo fondamentale dei luoghi nel resto della tua esistenza; tutte le volte in cui passo dal famigerato parcheggio dell’ingorgo non posso fare a meno di pensare a quando io cercavo di uscire dall’auto zoppicando e lui mi urlava “ma non puoi andartene così, non arrivi neanche in fondo alla strada!” – il tutto, ora che ci penso, con un fondo di sadismo sicuramente collegato al fatto che lui, drogato dello sport, non aveva mai sopportato il fatto che per me il massimo del movimento fosse rappresentato dal gesto di portare la sigaretta alle labbra…

Annunci

1 Response to “Lasciatemi! Purché sia in modo divertente da raccontare…”



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Feed RSS

Non conto un cazzo

Cosa ho scritto fino a ieri

Quanti sono passati di qui

  • 80,097 hits

Creative Commons License
Se avessi voluto tenermi tutto per me avrei continuato a scrivere un diario segreto chiudendolo con un lucchetto. Quanto scritto nel blog, tuttavia, è protetto da una Licenza Creative Commons.

click analytics

Costellazioni

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

giugno: 2007
L M M G V S D
    Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: