Odiamato sanvalentino

Anche se in questo periodo sto scrivendo ovunque tranne che nel web, non potevo esimermi dallo scrivere un post al volo il giorno di sanvalentino.

L’unica festività che riesce a deprimere chi non è accoppiato così come chi la dolce metà ce l’ha al proprio fianco. L’uno, perché si sente rinfacciare di essere da solo; l’altro, perché fare qualcosa è da sfigati ma a non fare nulla si corre il rischio che la suddetta metà esprima ogni sorta di rimostranza – delle quali, quella non verbale sarebbe sicuramente la più perniciosa.

L‘odiamato sanvalentino. Lo scriverei proprio così, tutto attaccato e con l’iniziale minuscola. Un po’ per spregio, un po’ perché è un’istituzione e, al contempo, oggetto di scherno e disprezzo da parte di tutta la comunità. O quasi.

Perché intanto, per riuscire a trovare un tavolo per due per stasera, ho dovuto telefonare a quattro pizzerie. Ed è vero che oggi è sabato, ma i tempi dal periodo della relativa febbre sono un po’ cambiati, no?

Ah. Mi viene il dubbio che, con il fatto che ho scritto di star cercando un tavolo per due, qualcuno potrebbe pensare che sono in procinto di uscire in dolce compagnia. Be’, sì. Esco con la mia amica Sole – che è di una dolcezza incantevole. Esco con una persona a cui voglio bene – e se ben ricordo le letture infantili delle striscie dei Peanuts la festività che ricorre il 14 febbraio serve a quello, a far sapere alle persone a cui vuoi bene che vuoi loro bene. Perché è scontato, ma sentirselo dire è tutt’altra cosa.

E io ho alcuni problemi a dire ti-voglio-bene anche alla mia amica Sole, figurarsi un po’.

Mentre Sole e io eravamo al telefono, questa mattina, mi è scappata la constatazione: “gli unici a essere davvero innamorati sono quelli non corrisposti”. E le mie stesse parole mi hanno profondamente immalinconito.

Però adesso va così. Va che sto lavorando, sto riguardandomi tutte le serie di Friends, sto leggendo un libro sull’asimmetria, sto iniziando a inscatolare cose per l’imminente trasloco.

E sento le emozioni molto lontane. Molto, molto lontane. Tanto lontane che non le “sento” neppure: sono un’entità astratta, qualcosa che so che dovrebbe esserci per sentito dire, per brandelli di memoria.

Quindi, se proprio oggi qualcosa è da festeggiare, vorrei che l’ospite d’onore fossero loro, le emozioni. Perché tornino presto da me.

Pertanto. Buon odiamato sanvalentino, in particolare a chi come me è alla ricerca – più o meno disperata – di qualcosa ancor prima che di qualcuno.

About these ads

5 Responses to “Odiamato sanvalentino”


  1. 1 Rosario 14 febbraio 2009 alle 9:54 pm

    Straziante. Questo l’unico termine che mi è venuto in mente oggi mentre – da solo – giravo con un carrello della spesa circondato da coppie che si lanciavo occhiate d’intesa, si palpavano culi e limonavano, incuranti del fatto che l’odiamato sanvalentino nulla ha a che fare con la mia dispensa vuota e il che “festeggiarlo” in un centro commerciale e proprio da sfigati.

  2. 2 xlthlx 14 febbraio 2009 alle 10:31 pm

    LOL noi per festeggiarlo siamo andati a vedere la mostra di Magritte, molto bella. Poi niente cena fuori, ma rigorosamente in casa. Che ci faccio online a scrivere un commento qui adesso dici? Beh per me è un giorno come gli altri, dove ciascuno di noi due si prende anche i suoi spazi, anche per i suoi amici. In questo caso l’amica per me sei tu e vorrei ancora una volta incoraggiarti, e dirti che spero proprio che tu stia passando una splendida serata :)

  3. 3 giovi 15 febbraio 2009 alle 4:10 pm

    finalmente considerazioni intelligenti e spiritose su una festa tanto odiata quando non si ha nessuno(amici a parte) e tanto amata quando si è innamorati e corrisposti!!!

  4. 4 Candi 17 febbraio 2009 alle 5:31 pm

    Io ti avevo invitato a cena solo donne, ma ti mi hai scagato….
    E dire che con i racconti che ha fatto la nostra amica abbiamo fatto scappare tutte le coppie presenti in sala (ossia tutti gli altri tavoli…)… Ti saresti divertita!
    Buon viaggio!
    Ciau

  5. 5 patty 1 marzo 2009 alle 12:12 pm

    a san valentino non ho festeggiato…non ho neanche fatto gli augui di buon onomastico allo zio, che appunto si chiama valentino perchè mi ero dimenticata che quel giorno era proprio il 14…me lo hanno ricordato le figlie, allora abbiamo preso un dolcetto e ho festeggiato per loro. tutto il resto (come dice califano) è noia…ma avanti pure che tra un pò c’è la festa delle donne (e come tante pecorelle andremo a pascolare in un qualche cinese o a vedere uno strip), e finalmente primavera…nella speranza che un qualche ormone si faccia vivo…vorrei svegliarmi!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Feed RSS

Non conto un cazzo

Cosa ho scritto fino a ieri

Quanti sono passati di qui

  • 77,403 hits

Creative Commons License
Se avessi voluto tenermi tutto per me avrei continuato a scrivere un diario segreto chiudendolo con un lucchetto. Quanto scritto nel blog, tuttavia, è protetto da una Licenza Creative Commons.

click analytics

Costellazioni

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

febbraio: 2009
L M M G V S D
« gen   mar »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728  

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: